ESCAPE='HTML'

Testo

Italia

14 giugno 2012

Il Premio dei Premi per l’innovazione universitaria

http://www.controcampus.it/wp-content/uploads/2012/06/il_premio_dei_premi_per_l_innovazione_universitaria-300x225.jpg La capacità di rinnovamento e innovazione del settore dell’istruzione e dell’economia sono elementi fondamentali per rendere il nostro Paese a un livello pari a quello degli standard europei e internazionali.

 

In occasione della giornata nazionale dell’Innovazione, tenutasi il 12 giugno a Palazzo Madama, i rappresentanti dell’associazione Cotec e il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo hanno ribadito la necessità di mantere la qualità dell’istruzione e ricerca a livelli elevati tramite l’introduzione di innovatività.

 

La Fondazione Cotec è stata creata il 24 aprile del 2001 con l’obiettivo di rafforzare la competitività italiana in ambito tecnologico sia tramite attività di studio e ricerca, sia attraverso il coordinamento dei principali attori del mondo della ricerca scientifica e tecnologica, a cominciare dalle università. Con questo intento è stata istituita presso la Fondazione Cotec con decreto del del Presidente del Consiglio dei Ministri nel 2008, la giornata nazionale dell’Innovazione Tecnologica.

 

La creatività e la capacità di rinnovamento sia delle università che delle aziende costituisce infatti un’importante fonte di valore per l’economia del nostro Paese ed è necessario valorizzarla e garantirne lo sviluppo.

 

Questa edizione ha avuto come tema principale “Le imprese e l’innovazione” ed è stata promossa dal Ministero dell’Istruzione e della Ricerca.Come ha sostenuto il presidente dell Fondazione Cotec, Gabriello Mancini, soltanto fornendo maggiori sostegni ai ricercatori in ambito di risorse e conomiche e di mezzi tecnici messi a loro disposizione è possibile garantire garntire una ricerca e una formazione in grado di competere con il resto del mondo.
Una buona qualità della formazione universitaria è quindi fondamentale per garantire questi alti standard, anche per far nascere professionisti in grado di rendere l’Italia più produttiva possibile.

 

Alla consegna del “Premio dei Premi” alle migliori capacità creative di università, imprese ed enti pubblici ha preso parte anche il ministro Profumo, il quale al termine dell’incontro ha accennato al tema dell’abilitazione nazionale per l’assegnazione dei posti ai docenti universitari.

 

Il Ministro ha affermato che non vi sranno variazioni rispetto alla normativa in vigore, tuttavia la differenza sarà soltanto relativa allìatto amministrativo, per cui anziché predisporre un bando unico per tutti i settori disciplinari, verrà fatto un bando per ogni settore sciasntifico disciplinare sulla base della legge 240.

 

I bandi saranno fatti in periodi differenti, ovvero a luglio i bandi per i candidati che possiedono l’abilitazione nazionale, mentre in seguito saranno fatti i concorsi locali.

 

 

Comments

0 comments

Powered by Facebook Comments

Silvia Pasquinelli  

© Riproduzione Riservata

http://www.controcampus.it/2012/06/il-premio-dei-premi-per-linnovazione-universitaria/