ESCAPE='HTML'

Testo

Sardegna

4 ottobre 2012

Unica: buone notizie sul fronte laureati e fuoricorso

http://www.controcampus.it/wp-content/uploads/2012/10/unica_buone_notizie_sul_fronte_laureati_e_fuoricorso-300x187.jpgSulla base dei dati risultanti dall’aggiornamento del Piano Triennale 2012-2014 per l’università di Cagliari, è emerso che il numero di laureati da quest’anno è in aumento rispetto agli anni precedenti mentre il numero di fuoricorso e il tasso di abbandoni sembra essere in diminuzione.

Il dato positivo sembra essere emerso dall’aggiornamento nei giorni scorsi del Piano Triennale, che consiste nella sintesi delle linee guida che l’ateneo e i suoi organi collegiali intendono intraprendere da qui ai prossimi due anni, nell’ottica di un costante miglioramento degli standard formativi.

Il Rettore dell’Università di Cagliari, Giovanni Melis, ha affermato presso l’ufficio stampa dell’ateneo sardo, come la politica di contenimento dei costi e un utilizzo ben attento ed equilibrato dei finanziamenti all’università hanno consentito di ottenere questi risultati positivi riguardo al tasso di laureati in crescita.

Nonostante la crisi economica e i tagli effettuati dal Ministero dell’Istruzione al fondo ordinario per le università, nonché la riduzione del personale docente dovuta al blocco dei turn over, sempre nella politica del risparmio nel settore universitario, l’ateneo ha saputo mantenersi competitivo e predisporre un’offerta formativa competitiva sul territorio nazionale.

Le varie collaborazioni con la Regione Sardegna, a partire da quella con gli enti territoriali per la salvaguardia del territorio e l’attenzione alla realtà sociale e ai problemi che caratterizzano la regione (come la questione del Sulcis e l’utilizzo delle miniere per scopi didattici e di ricerca) hanno consentito di raggiungere i risultati positivi e ottimistici verso il futuro.

L’impegno nel premiare il merito, l’attenzione alla ricerca e all’offerta didattica a livelli competitivi e soprattutto nell’ottenere buoni risultati sono fra i fattori di maggiore rilevanza, secondo il Rettore Melis.

Il numero, anch’esso maggiore, di studenti iscritti all’ateneo che usufruiscono di borse di studio, passato dai 2104 dell’anno accademico 2007/2008 ai  3500 dell’anno scorso (dati rilevati dall’università di Cagliari) sottolinea come il merito venga fortemente premiato.

I servizi agli studenti favoriscono inoltre una delle cause dell’aumento di iscritti e di miglioramento degli standard qualitativi della loro preparazione. Grazie ai programmi di orientamento, ai sistemi di supporto in discipline in cui i giovani risultano in difficoltà o che presentano lacune al momento dell’iscrizione, come il materiale o i corsi integrativi online, contribuiscono a far aumentare il grado di soddisfazione degli studenti.

Alcune iniziative, come il potenziamento delle biblioteche e il completamento dell’area della cittadella di Monserrato, non fanno che avvalorare il sistema organizzativo dell’ateneo cagliaritano.

Inoltre i rapporti con l’estero e la mobilità internazionale degli studenti, favorita dall’offerta di stage formativi in altri paesi, consentono non soltanto una formazione di studenti preparati e competitivi in ambito internazionale, ma attraggono anche maggiori finanziamenti dai fondi dell’Unione Europea.

Tutti questi risultati sono stati resi possibili grazie all’intraprendenza di politiche di investimento che premino il merito e l’attenzione costante alla qualità dell’offerta formativa e della ricerca.

Fonte foto

Comments

0 comments

Powered by Facebook Comments

Silvia Pasquinelli  

© Riproduzione Riservata

http://www.controcampus.it/2012/10/unica-buone-notizie-sul-fronte-laureati-e-fuoricorso/