ESCAPE='HTML'

Testo

Estero

26 giugno 2012

In Germania gli studenti ricevono lo stipendio

http://www.controcampus.it/wp-content/uploads/2012/06/in_germania_gli_studenti_ricevono_lo_stipendio-300x179.jpg

Mentre in Italia l’università è martoriata dai continui tagli e dagli investimenti che sembrano ridursi di anno in anno per il settore della formazione e gli studenti sembrano essere una delle categorie meno tenute in considerazione dalla politica italiana, esistono paesi che al contrario, puntano ad aumentare notevolmente gli aiuti di Stato al settore formativo universitario e soprattutto ad agevolare la vita degli studenti e delle loro famiglie.

La Germania è, insieme agli Stati Uniti, uno di questi.

Nel paese attualmente leader dell’economia europea gli studenti universitari usufruiscono di notevoli agevolazioni già da molti anni ormai, ma ulteriori finanziamenti sono stati proprio questi giorni approvati dal Governo.

Una delle leggi principali relativa al sistema dell’Istruzione è denominata BaföG (Bundesausbildungsförderungsgesetz), ovvero la legge federale per la promozione dell’Istruzione e della Ricerca. In questi giorni, oltre ai fondi stanziati grazie alla BaföG, il Governo Merkel ha deciso di stanziare ulteriori investimenti destinati all’università per andare a costituire gli “stipendi degli studenti”.

Grazie al nuovo piano previsto dal Governo federale e alle agevolazioni previste, gli studenti tedeschi possono arrivare ad ottenere più di 800 euro dal fondo di finanziamento all’Istruzione per finanziare i propri studi e spese connesse.

A differenza del nostro Paese, in Germania l’università è gratuita, lasciando alle famiglie dei giovani solo l’onere del sostegno economico dei propri figli. Tuttavia per permettere a tutti in maniera equa di avvalersi del diritto all’istruzione universitaria, le famiglie possono usufruire di agevolazioni e ottenere fondi per il mantenimento dei figli studenti.

Si segue quindi il modello per cui le ristrettezze economiche non possono fungere da ostacolo alla formazione dei giovani, la quale è un diritto per tutti.

Il BaföG fu istituito con questo scopo, fungendo come prestito agli studenti, che dovranno restituirlo per metà allo stato una volta iniziato a lavorare, mentre l’altra metà è a fondo perduto. Il fondo viene erogato in base al reddito, non per merito, salvo nel caso dello sforamento degli anni di studio previsti. Si tratta di un sistema che riceve molto consenso in Germania da parte delle famiglie, soprattutto da quelle meno abbienti.

In questi giorni in Governo ha approvato l’agevolazione aggiuntiva dello “stipendio degli studenti”, uno stipendio mensile di circa 300 euro erogato sia in base al reddito che al merito. Gli stipendi saranno messi a disposizione dagli atenei per il 50% ,mentre il resto a carico delle Land (le regioni) e dal Governo centrale.

La Germania stanzierà circa 150 milioni di euro per il nuovo finanziamento all’istruzione, richiedendo una grande quantità di denaro che potrebbe invece colmare l’aumento crescente del debito pubblico causato dall’aiuto agli stati europei in crisi.

La volontà di destinare una così ampia somma di denaro all’università e alla formazione sono la dimostrazione di quanto sia considerata fondamentale l’istruzione universitaria in Germania, ed è anche uno dei motivi per i quali il governo di Angela Merkel è da sempre fra i principali oppositori al sistema di aiuti per i paesi europei in difficoltà.

Comments

1 comments

Powered by Facebook Comments

Silvia Pasquinelli  

© Riproduzione Riservata

http://www.controcampus.it/2012/06/in-germania-gli-studenti-ricevono-lo-stipendio/