ESCAPE='HTML'

Testo

In Rilievo

2 gennaio 2013

Tirocini Banca d’Italia per laureati in giurisprudenza scadenza vicina

tirocini_banca_d_italia

La Banca d’Italia offre tredici tirocini

I Tirocini Banca d’Italia sono riservati agli studenti che hanno conseguito la laurea specialistica, avranno la durata di sei mesi e l’avvio sarà approssimativamente  dal mese di febbraio.

La banca d’Italia mette a disposizione 13 posti per Tirocini Banca d’Italia, di cui dieci saranno svolti presso la Segreteria Tecnica dell’Arbitrio Bancario Finanziario, in Via XX Settembre 97/e, a Roma, mentre altri tre tirocini si svolgeranno nell’ambito della Divisione “Rapporti fra intermediari e clienti”, appartenente al Servizio Rapporti esterni e Affari generali, in via Milano 64.

Come affermato dall’Ufficio Protocollo di Roma Tre “Per partecipare ai Tirocini Banca d’Italia è necessario presentare la domanda di partecipazione, il proprio curriculum vitae insieme all’elenco degli esami sostenuti con le relative votazioni, stampato dal sito del Portale dello Studente, controfirmato per autocertificazione, presso l’Ufficio Protocollo dell’Università in Via Ostiense 159 , situato alla stanza 5, piano -1dalle 9 alle 16.00. C’è tempo fino al 14/1/2013. La valutazione dei candidati è ad opera dell’università, della facoltà di Giurisprudenza poi in un secondo momento la Banca d’Italia esaminerà le candidature selezionate da Roma Tre e chiamerà i candidati ammessi al colloquio. Infine sarà la Banca a stilare i nominativi dei vincitori più la graduatoria di idonei in riserva nel caso di rinuncia di uno dei vincitori.”

 I Tirocini Banca d’Italia offrono la possibilità ai giovani di poter svolgere un periodo di praticantato, mettendo in pratica le competenze acquisite durante gli anni di studio e facedo esperienza sull’organizzazione e lo svolgimento di procedimenti che riguardano l’attività bancaria, in particolare l’attività di Arbitro Bancario Finanziario.

In quanto attività riguardanti gli aspetti legali legati all’attività della Banca d’Italia ma anche della finanza in generale, i tirocini formativi sono rivolti ai laureati in materie giuridiche.

I partecipanti a Tirocini Banca d’Italia si troveranno quindi a effettuare verifiche di istruttorie e ricorsi e controversie, in ambito bancario,  elaborare documenti di tipo legale, archiviazione e catalogazione di documenti in materia giuridica e assistenza all’analisi delle normative vigenti.

È importante ricordare che l’assegnazione dei tirocini è altamente selettiva e solamente i canditati con un profilo coerente con le attività da svolgere saranno chiamati a svolgere il tirocinio. Inoltre le attività possono essere interrotte da parte della Banca d’Italia nel caso in cui il candidato vincitore non rispetti i criteri e le modalità di lavoro.

Gli stage verranno svolti dal lunedì al venerdì per almeno sei ore al giorno, un orario full time quindi. Verrà corrisposto ai tirocinanti un rimborso spese pari a mille euro lordi al mese a seconda della frequenza sul posto di lavoro, più dei buoni pasto gratis. Tutte le informazioni si possono trovare anche presso l’Ufficio Protocollo di Roma Tre e sul sito dell’ateneo.

Dal momento che si tratta di Tirocini Banca d’Italia retribuiti, non sono compatibili con altre borse di studio o altre forme di finanziamento per gli universitari eventualmente vinti dai candidati. In questo caso quindi il giovane vincitore dovrà rinunciare a precedenti contributi per tutta la durata del tirocinio.

L’opportunità offerta dalla Banca d’Italia costituirà un valido aiuto a neolaureati che intendono fare esperienza concreta delle nozioni apprese e per sviluppare competenze pratiche in vista di una carriera lavorativa futura in ambito finanziario.

Silvia Pasquinelli  

© Riproduzione Riservata

http://www.controcampus.it/2013/01/tirocini-banca-ditalia-per-laureati-in-giurisprudenza-scadenza-vicina/